Bracci arancioni per Genova Bracci arancioni per Genova
Bracci arancioni per Genova

Partiti i lavori di demolizione del ponte Morandi, a Genova. Procedure e situazioni complesse, che richiedono mezzi che siano lo stato dell’arte. Come le Ultra Boom di JLG.

Bracci arancioni per Genova Ultra Boom piattaforme semoventi piattaforme aeree piattaforma semovente piattaforma aerea JLG

La disgrazia che lo ha colpito ha portato all’attenzione di tutto il Mondo il Viadotto del Polcevera di Genova, più noto con il nome del suo progettista, Riccardo Morandi. Un’infrastruttura che, fin dagli inizi, ha rappresentato un punto strategico nei collegamenti viabilistici fra il nord Italia e il sud della Francia. E la cui mancanza, ora, si sente non solo a livello del caos veicolare genovese, ma anche a livello economico. In un articolo de Il Sole 24 Ore pubblicato nel dicembre scorso, si legge che tutto il Nord-Ovest italiano può arrivare a perdere fino a poco meno di un miliardo di euro all’anno. Questa la cifra nel peggiore dei casi, ma anche e guardiamo alla stima ottimistica, si parla pur sempre di 490 milioni di euro all’anno andati in fumo.

Bracci arancioni per Genova Ultra Boom piattaforme semoventi piattaforme aeree piattaforma semovente piattaforma aerea JLG

Per questo motivo va da sé che la demolizione/ricostruzione dell’infrastruttura sia nel mirino di tutti, da Confindustria all’opinione pubblica. All’epoca in cui scriviamo questo post, sono iniziati da poche settimane i lavori di demolizione delle parti del ponte ancora in piedi, cui seguiranno i lavori di ricostruzione. Nel mirino anche le aziende che partecipano ai lavori. Un’attenzione che anche noi di MC5.0 non possiamo esimerci dal prestare, essendo comunque tale cantiere un’opportunità, pur nella tragedia, di riscatto del settore construction e dell’Italia tutta. Opportunità che finora sembra essere ben colta e sfruttata dalle aziende del nostro settore, che hanno messo in campo macchine equipaggiate con le ultime tecnologie per fornire le migliori performance sia in termini di produttività che di sicurezza.

Bracci arancioni per Genova Ultra Boom piattaforme semoventi piattaforme aeree piattaforma semovente piattaforma aerea JLG

Un primo esempio è dato proprio da un pool di aziende di cui spesso parliamo sulle nostre pagine. Si tratta di JLG e WeRent, che insieme stanno fornendo al cantiere di demolizione del Ponte Morandi due piattaforme aeree telescopiche 1850SJ impegnate in alcune operazioni di demolizione.

Bracci arancioni per Genova Ultra Boom piattaforme semoventi piattaforme aeree piattaforma semovente piattaforma aerea JLG

Piattaforme per demolire?
Pur sembrando un paradosso, non va dimenticato che il Ponte Morandi si ergeva a circa 45 m di altezza sopra il fiume Polcevera, sostenuto da tre piloni per un impalcato di oltre un chilometro (di cui 200 m e un pilone sono rimasti coinvolti nel tragico crollo). Quello che è restato in piedi dopo il cedimento va ora smantellato per far posto alla nuova infrastruttura disegnata da Renzo Piano. Data l’altezza elevata i lavori sono di difficile esecuzione, e necessitano sia delle tecnologie che delle macchine migliori.

Bracci arancioni per Genova Ultra Boom piattaforme semoventi piattaforme aeree piattaforma semovente piattaforma aerea JLG

I due Ultra Boom 1850SJ sono coinvolti nel cantiere di demolizione per realizzare le operazioni di smontaggio dello scheletro rimasto, appunto, in piedi. Grazie al taglio selettivo, metodo raffinato di demolizione con disco e filo, i tronconi del viadotto in calcestruzzo vengono sezionati e smontati uno dopo l’altro, a 45 metri di altezza, su entrambi i fronti del ponte, quello verso Genova e quello verso Savona e la Francia. Le porzioni sezionate vengono quindi imbragate e calate a mezzo gru.
Ben poche sarebbero state le alternative alle Ultra Boom 1850SJ di JLG: questo modello, infatti, è tuttora la più alta piattaforma aerea telescopica semovente del mondo, con un’altezza di lavoro di 56,56 m, raggiungibile in soli 4’40”, uno sbraccio orizzontale di 24,38 m e un’area di lavoro di 83.000 mc, grazie al jib telescopico.
Sono state proprio queste prerogative, che consentono di raggiungere altezze senza eguali e di utilizzare la macchina in applicazioni così speciali, ad aver favorito la scelta delle JLG.

Bracci arancioni per Genova Ultra Boom piattaforme semoventi piattaforme aeree piattaforma semovente piattaforma aerea JLG

Chi, se non WeRent?
“Data la delicata natura dell’intervento di demolizione del ponte Morandi, la scelta di due Ultra Boom 1850SJ di JLG è stata inevitabile” ha dichiarato Enrico Piovan. “Un macchina dalle prestazione eccellenti, la più alta piattaforma semovente disponibile a livello mondiale che, grazie al jib telescopico, consente di posizionare la cesta a sbalzo rispetto al braccio principale. La portata di 454 kg, inoltre, consente di trasferire in quota le attrezzature necessarie alle operazioni di taglio cemento e ferro richieste in cantiere”. Dalle parole di Piovan emerge tutta la complessità del cantiere, che va affrontato con il massimo livello di professionalità possibile. Un livello che poche aziende di noleggio di mezzi di sollevamento oggi sono in grado di mettere in campo. Una di queste è appunto WeRent, storico partner di JLG Italia, che opera dal 1996 nel settore del noleggio di attrezzature da cantiere e industriali con mezzi di sollevamento di ogni tipologia. Con sede a Martina Franca (Ta), Modugno (Ba), Marghera (Ve) e Ravenna, Werent opera in tutto il territorio nazionale ed europeo, grazie ad un parco macchine di 1.200 unità.
“La collaborazione e la stima reciproca tra JLG e WeRent dura da 20 anni” ha affermato Alessandro Maschera, Responsabile Commerciale JLG per il Nord-Est. “JLG è estremamente grata a WeRent per il servizio di eccellenza che rende ai propri clienti italiani e stranieri nel fornire le nostre macchine”. “JLG è uno dei nostri fornitori storici” conferma Enrico Piovan, responsabile commerciale WeRent per il nord Italia “Fin dalle origini WeRent si è avvalsa di JLG per l’affidabilità del prodotto, per la costante ricerca nel migliorare la sicurezza e le prestazioni delle macchine e, non per ultimo, per un servizio commerciale, assistenza e ricambi senza eguali. Con un partner come JLG siamo in grado di garantire un servizio di assoluta eccellenza. Disponiamo di tutta la gamma di piattaforme aeree JLG, incluso ben 6 unità di 1850SJ, l’ammiraglia di casa JLG”. La piattaforma Ultra Boom 1850SJ, fiore all’occhiello di JLG, si è rivelata ancora una volta la soluzione ideale per l’esecuzione di un cantiere e di lavori estremamente delicati e importanti, grazie ad altezza, capacità di accesso, velocità di sollevamento e altissimi standard di produttività.

Bracci arancioni per Genova Ultra Boom piattaforme semoventi piattaforme aeree piattaforma semovente piattaforma aerea JLG

Nella foto sopra, da sinistra Alessandro Maschera, Responsabile Commerciale JLG per il Nord-Est, Michele Marraffa, titolare e amministratore WeRent, Enrico Piovan, responsabile commerciale WeRent, per il nord Italia

JLG Ultra Boom 1850SJ: fast spech
Altezza piattaforma: 56.56 m
Sbraccio orizzontale: 24.38 m
Capacità della piattaforma – limitata: 454 kg
Capacità della piattaforma – illimitata: 230 kg

La ricostruzione
Nel frattempo sono iniziati ufficialmente anche i lavori di ricostruzione sulla base del prestigioso progetto di Renzo Piano, con la posa del primo palo nell’area del cantiere. Il nuovo ponte, di cui si prevede la consegna nei primi mesi del 2020, sarà lungo 1,1 chilometri, avrà un’altezza di oltre 45 metri e diventerà un punto di riferimento per questa importante città e porto del Mediterraneo.

© Macchine Cantieri – Riproduzione riservata – Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: mc@macchinecantieri.com

Bracci arancioni per Genova Ultra Boom piattaforme semoventi piattaforme aeree piattaforma semovente piattaforma aerea JLG

Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono essere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi