Elezioni politiche 2018: proposte ANITA per lo sviluppo e la crescita competitiva dell’autotrasporto italiano Le proposte di Anita per i politici in campagna elettorale

In occasione delle elezioni politiche 2018 nessuno dei candidati parla di infrastrutture o autotrasporto.

Anita lancia alcune proposte per lo sviluppo e la crescita competitiva dell’autotrasporto italiano.

Le proposte di Anita per i politici in campagna elettorale elezioni 2018 autotrasporto ANITA
Thomas Baumgartner

“È ormai assodato che un sistema dei trasporti efficace ed integrato, oltre ad essere la “cinghia di trasmissione” per l’efficiente funzionamento del sistema economico e produttivo di un Paese, è anche capace di creare alto valore aggiunto, posti di lavoro stabili e qualificati e forti introiti per le casse dello Stato” ha dichiarato il Presidente di ANITA, Thomas Baumgartner.

Sostenibilità e sicurezza, innovazioni, intermodalità, competitività, regolarità e semplificazione, Europa. Sono queste le maggiori priorità che ANITA individua come i capisaldi per lo sviluppo e la crescita competitiva dell’autotrasporto italiano, e che ha diffuso tra le forze politiche del Paese in occasione delle elezioni del 4 marzo prossimo.

Il vero obiettivo dei prossimi anni è di realizzare una sana ed equa concorrenza tra gli operatori a livello nazionale ed europeo, ma anche tra le diverse modalità di trasporto, svantaggiando nessuna e migliorando la legislazione attuale. Occorre eliminare i vincoli che frenano lo sviluppo di un mercato ferroviario competitivo e liberalizzato, permettendo alle imprese di realizzare una mobilità delle merci pulita e “intelligente”, socialmente equa e competitiva, anche grazie alle nuove tecnologie per veicoli e infrastrutture.

ANITA è da sempre orientata alla valorizzazione di questo patrimonio imprenditoriale ed economico, alla crescita dimensionale, professionale e competitiva delle imprese di autotrasporto e logistica. ANITA è anche impegnata per una equa utilizzazione delle diverse modalità di trasporto ed è favorevole all’intermodalità, là dove efficienza e costi lo permettano.

“È giunto il momento di prendere coscienza che, così come avviene all’estero, anche in Italia il settore del trasporto deve rivestire un’importanza strategica nelle scelte di politica economica” ha continuato Baumgartner. “Se il nostro Paese vuole crescere, e vuole farlo in maniera stabile e duratura, deve concentrare ogni sforzo per valorizzare quei settori che hanno forti potenzialità: l’autotrasporto è indubbiamente uno di questi”.

Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono essere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi