Più facile l'accesso ai Fondi strutturali e di investimento europei. I Fondi SIE

A un anno dalla sua istituzione il gruppo ad alto livello presenta una serie di raccomandazioni chiave per facilitare l’accesso delle imprese ai Fondi strutturali e di investimento europei.

I Fondi SIE Fondi strutturali e di investimento europei fondi SIE

La burocrazia può costituire un deterrente per le piccole imprese e le start-up che talvolta, proprio a causa delle procedure amministrative, rinunciano alle possibilità offerte dai fondi SIE (https://cohesiondata.ec.europa.eu/funds/cf). Per questo la Commissione ha istituito un anno fa un gruppo ad alto livello sulla semplificazione incaricato di studiare soluzioni e facilitare l’accesso delle imprese ai Fondi strutturali e di investimento europei.

Il lavoro di questo gruppo si può riassumere in una serie di raccomandazioni in quattro settori: procedure online; modalità semplificate di rimborso delle spese; accesso più agevole delle PMI ai finanziamenti; maggiore ricorso agli strumenti finanziari. Alcune delle raccomandazioni proposte dal gruppo sono già state incluse nel riesame intermedio del quadro finanziario pluriennale della Commissione.

Tra queste:

  • modalità semplificate di rimborso delle spese. Per esempio, i beneficiari non sarebbero più obbligati a giustificare ogni singola voce di spesa ma per determinate categorie di costi (le spese del personale, le assicurazioni e i canoni di locazione) potrebbero ricorrere a tassi forfettari o prezzi fissi;
  • promozione del principio “una tantum”: i documenti forniti dai beneficiari sarebbero conservati in formato digitale e non dovrebbero essere ripresentati in ogni singola fase di attuazione del progetto;
  • promozione delle sinergie e delle migliori pratiche. Questo consentirebbe alle PMI di presentare un’unica domanda per ottenere finanziamenti a favore di un pacchetto di investimenti invece di dover partecipare a una serie di inviti;
  • armonizzazione, per quanto possibile, tra le pratiche di mercato e le condizioni applicate agli imprenditori che ricevono prestiti erogati tramite gli strumenti finanziari sostenuti dai fondi SIE. In pratica, le condizioni sarebbero meno rigide di quelle imposte per le normali sovvenzioni: ad esempio, sarebbe richiesta meno documentazione e i tempi prescritti per la conservazione dei documenti sarebbero più brevi.

Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono essere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi