Hoval ventila NO.MADE Hoval ventila NO.MADE
Hoval ventila NO.MADE

Si tratta di una microabitazione e si chiama NO.MADE, un progetto che dimostra come piccoli spazi, eleganza e sostenibilità possono tranquillamente andare a braccetto.

Tra gli sponsor di NO.MADE una “vecchia conoscenza” di Macchine Cantieri, Hoval. Da sempre impegnata in una campagna di sensibilizzazione contro gli sprechi e a favore di una sana politica di gestione del riscaldamento e raffrescamento degli spazi privati, industriali e commerciali, l’azienda di Zanica ha partecipato alla realizzazione dell’unità abitativa lillipuziana progettando e fornendo i sistemi di ventilazione meccanica controllata.

“In questo tipo di struttura” conferma Michele Perlini, l’architetto che ha curato il progetto NO.MADE, “non poteva mancare la ventilazione meccanica controllata, che noi utilizziamo in tutti i nostri interventi certificati CasaClima, perché garantisce il massimo comfort abitativo. Così anche per NO.MADE, una microabitazione che riproduce quanto noi solitamente facciamo su spazi e volumi maggiori, la scelta è stata obbligata. In particolare abbiamo previsto l’installazione di un sistema di ventilazione meccanica controllata Hoval perché soddisfa tutti i nostri requisiti e con l’azienda abbiamo maturato anche in passato una lunga e proficua collaborazione in tutti i nostri interventi”.

NO.MADE è costituito da una cellula minimale di dimensioni ridotte (3 x 9 metri), definita da una cornice strutturale in acciaio corten e da una grande facciata in vetro: un elemento che permette al modulo di immergersi totalmente nel paesaggio circostante, qualunque esso sia, per far dialogare l’interno con l’esterno.

Lo spazio interno è concepito come un open space dove si susseguono la zona giorno, la zona notte e un bagno, separabili attraverso pannelli scorrevoli in legno, mentre il rivestimento a parete color avana rende uniforme ed omogeneo l’ambiente nella sua interezza. Gli arredi di NO.MADE sono stati progettati ad hoc e realizzati artigianalmente con una costante attenzione all’impatto ambientale, che si rivela nella scelta di materiali naturali per il divano e il letto, con strutture in legno massello di noce americano e rivestimenti in tessuti naturali quali seta o cotone, da integrare con accessori in plexiglass riciclato o corten. L’ambiente bagno, con il lavabo freestanding e la doccia con cromoterapia consente di godere di una vista panoramica attraverso l’ampia finestra, mentre la minicucina è provvista di un piccolo tavolo per assaporare una colazione o un brunch veloci. La presenza di faretti e tagli di luce nel soffitto contribuisce a creare un’atmosfera soft, morbida e avvolgente.

L’ampia facciata in vetro contribuisce anche a far riscaldare in modo naturale l’ambiente nelle stagioni più fredde, mentre nei mesi estivi i frangisole automatizzati provvedono a proteggere la casa dal calore eccessivo. Fedele alla vocazione dell’architetto Michele Perlini per la sostenibilità, anche NO.MADE è stato realizzato con un’attenzione prioritaria all’analisi dei consumi energetici che spiega alcune scelte progettuali quali il vetro basso emissivo extrachiaro e antiriflesso, piuttosto che le facciate in pannelli minerali ad alta densità, con trasmittanza molto bassa e rivestite in fibrocemento.

Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono essere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi